Alla vigilia della partita Arezzo-Pianese ha fatto il punto della situazione il Direttore Sportivo bianconero Alessandro Badii, ex di turno. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Come per tutte le squadre questa pausa di un mese è stata troppo lunga, però ci adeguiamo e questo vale per tutti. Dovevamo giocare il 21 dicembre, in pratica si tratta di un mese di sosta. Arriviamo alla sfida contro l’Arezzo preparati, purtroppo abbiamo un paio di giocatori infortunati come Ambrogio e Romano che ne avranno per qualche settimana, per il resto la rosa è al completo e si allena regolarmente: siamo belli carichi in vista della partita di domenica. Avendo lavorato per quattordici anni consecutivi nell’Arezzo, è naturale che per me non sarà una partita come le altre, sarà come vedere due figli che fanno a cazzotti tra di loro. Per quanto riguarda il calciomercato abbiamo delle trattative in corso, ne abbiamo già intavolata qualcuna ed è ancora tutto sospeso perchè non possiamo sbagliare un colpo: preferiamo prendere il giusto tempo per la scelta giusta. A parte la capolista Monza, non vedo tante differenze per il resto delle altre squadre, ovviamente la classifica fa presente che ci sono delle formazioni più attrezzate rispetto ad altre. La Pianese, senza peccare di presunzione, è una squadra che in questo campionato se la può giocare alla pari con tutte, la dimostrazione è l’aver recuperato in extremis le ultime trasferte a tempo scaduto: il pareggio di Carrara e quello di Novara. Questa è la dimostrazione che la squadra è viva, sta bene di salute si a livello fisico che mentale e che fino all’ultimo non si arrende. Potevamo vincere tranquillamente contro il Monza e poi abbiamo avuto delle gare in cui non abbiamo raccolto punti con prestazioni non all’altezza delle nostre capacità. E’ un’arma a doppio taglio, ce la giochiamo con tutti alla pari e possiamo anche perdere con tutti. Per quanto riguarda anche lo stadio di Piancastagnaio, i lavori stanno procedendo, la dirigenza della Pianese, me compreso, si sta attivando per fare in modo di rigiocare al più presto qui a Piancastagnaio come è giusto che sia, però ci sono delle tempistiche a cui ci dobbiamo adeguare, ci sono troppi enti come la Federazione, Coni ed enti pubblici. Stiamo procedendo con un po’ di fatica in tutti i sensi. Per quanto concerne la situazione amministrativa e contabile, la Pianese è messa molto bene, siamo in perfetta regola con i pagamenti, anzi con le scadenze federali siamo costantemente in anticipo. Sono andati bene i controlli della Deloitte, che è incaricata di verificare la regolarità di pagamento degli stipendi e della Covisoc che è la commissione di vigilanza sulle società professionistiche”.

Sulla Web TV della U.S. Pianese l’intervista completa: https://youtu.be/eC7aB8IF9Dk